Ricerca Internazionale

Salta menu Navigazione principale Salta il Motore di Ricerca Interno

BlueBio

La Bioeconomia blu

La biomassa acquatica (sia selvatica che allevata) proveniente dai mari, dagli oceani, dai fiumi e dai laghi possiede un alto potenziale nel contesto della sicurezza degli approvvigionamenti alimentari e per la nutrizione animale. E' anche riconosciuta quale fonte di materiali grezzi da usare nelle filiere con prodotti e processi ad alto valore aggiunto, quali farmaceutici, componenti alimentari, sostanze da bioprocessamento, prodotti chimici, nuovi materiali e cosmetici.

Sviluppare una Bioeconomia Blu in Europa creerà posti di lavoro, promuoverà crescita economica, e contribuirà ad una società più salutare e sostenibile.
Inoltre, progressi nella ricerca nel settore della ricerca ed innovazione nella Bioeconomia blu permetteranno in Europa di aprire nuovi e diversificati mercati nel settore alimentare e in quello dei prodotti bio-basati, e di migliorare la gestione delle risorse biologiche.

ERA-NET Cofund sulla Bioeconomia Blu (BlueBio)
L'obiettivo principale di BlueBio ERA-NET Cofund è costruire un programma finanziato e coordinato per la R&S che rafforzi la posizione dell'Europa nella Bioeconomia Blu. BlueBio tenterà di colmare lacune quali:

  • lo sviluppo di usi innovativi del materiale sottoutilizzato e dei rifiuti derivanti dalla pesca e dall'acquacoltura per ottenere zero rifiuti;
  • l'utilizzo della biotecnologia e delle TIC per sviluppare sistemi alimentari intelligenti, efficienti e tracciabili e creare sinergie tra acquacoltura e pesca (valutazione genetica e digitalizzazione);
  • sbloccare il potenziale dei microbiomi per sostenere la crescita in acquacoltura, pesca, trasformazione dei prodotti alimentari e biotecnologia;
  • applicare gli ultimi sviluppi nelle TIC (IoT, machine learning, big data) nella Blue Bioeconomy;
  • creazione di strumenti predittivi per migliorare l'identificazione e il targeting di "hot point" della biodiversità negli oceani (tecnologie basate sull'omic);
  • esplorare le sinergie con la produzione terrestre in settori quali produzione e lavorazione di alimenti e mangimi, bioraffinerie, bioenergia, biomateriali, sostanze chimiche e sostanze nutritive e massimizzare l'uso delle risorse biologiche acquatiche nelle catene del valore;
  • migliorare l'acquacoltura e la raccolta di esemplari di stock selvatici mediante il sostegno alla creazione di mangimi innovativi, migliori broodstock, introducendo nuove specie, definendo le baselines degli stock e producendo valutazioni degli stessi, incoraggiando al contempo l'adozione di nuove tecnologie di produzione.

L'obiettivo è identificare nuovi modi e migliorare quelli esistenti di portare prodotti e servizi a base biologica sul mercato e trovare nuovi modi di creare valore nella bioeconomia blu. Accanto al bando cofinanziato, il Cofund intende contribuire alle priorità nazionali e all'agenda strategica di ricerca della JPI Oceans e a quelli delle ERA-NET COFASP e MBT.
I paesi partecipanti al Cofund ERA-NET sono Argentina, Belgio, Croazia, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Islanda, Danimarca, Irlanda, Italia, Malta, Norvegia, Portogallo, Romania, Spagna, Svezia.
Maggiori dettagli possono essere trovati sul sito BlueBio.

BANDO 2019
Il bando transnazionale di BlueBio sulla Bioeconomia Blu, pubblicato lo scorso 17/12/2018 si è concluso con l'ammissione al finanziamento dei seguenti 9 progetti a partecipazione italiana.

  • SNAP, con la partecipazione dell' Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di Scienze della Vita
  • BESTBROOD, con la partecipazione dell' Università degli Studi di Bari Aldo Moro
  • CASEAWA, con la partecipazione di Alma Mater Studiorum-Università di Bologna e di Finproject spa
  • AquaTech4Feed, con la partecipazione dell'Istituto Sperimentale Italiano Lazzaro Spallanzani
  • BlueCC, con la partecipazione del Consiglio Nazionale delle Ricerche, istituto di Biochimica delle Proteine
  • BIOZOOSTAIN, con la partecipazione di Alma Mater Studiorum- Università di Bologna
  • InEVal, con la partecipazione dell'Università degli Studi di Cagliari
  • MedSpon, con la partecipazione dell'Università Politecnica delle Marche
  • Sidestream, con la partecipazione di Project s.a.s.


Eleggibilità bando BlueBio

Link utili:
BlueBio
JPI Healthy and Productive Seas and Oceans (JPI Oceans)
Sito web del bando
Piattaforma per il caricamento della proposta internazionale

Riferimenti MIUR:
Aspetti di natura internazionale:
Ing. Aldo Covello - tel: (+39) 06 5849 6465 e-mail: aldo.covello@miur.it
Dott.ssa Chiara Gliozzi - tel: (+39) 06 5849 7288 e-mail: chiara.gliozzi@miur.it

Aspetti di natura nazionale:
Alberto Sarti - tel: 06 9772 7104 e-mail: alberto.sarti@miur.it 
______________________________________________________________________________________
Pagina a cura di:
Dott.ssa Chiara Gliozzi - tel: (+39) 06 5849 7288 e-mail: chiara.gliozzi@miur.it
Ing. Aldo Covello - tel: (+39) 06 5849 6465 e-mail: aldo.covello@miur.it

Salta il menu dei Contenuti del sito

Pagina a cura di:
Direzione Generale per il Coordinamento, la Promozione e la Valorizzazione della Ricerca - Ufficio VIII
Via M. Carcani, n. 61 – 00153 Roma
Indirizzo di PEC: dgric@postacert.istruzione.it – E-mail: dgric.ufficio8@miur.it
Tel. 06 5849 7050 - C.F.: 80185250588
Privacy