Ricerca Internazionale

Salta menu Navigazione principale Salta il Motore di Ricerca Interno

JPI Water Challenges for a Changing World

L'iniziativa di programmazione congiunta della ricerca sull'acqua (Water Joint Programming Initiative - JPI) è stata approvata dal Consiglio Competitività il 6 dicembre 2011 con lo scopo di ridurre la frammentazione degli sforzi compiuti dagli Stati membri dell'Unione Europea nella tutela e nella gestione delle risorse idriche e di supportare la Commissione europea nel far sì che i cittadini europei beneficino al massimo dei cospicui investimenti destinati a questo settore. Alla Water JPI partecipano attualmente 19 paesi (Austria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Israele, Italia, Moldavia, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Romania, Spagna, Turchia); cinque Stati membri hanno il ruolo di osservatore (Belgio, Grecia, Lettonia, Ungheria, Svezia).
Quest'iniziativa di programmazione congiunta risponde alla grande sfida di "realizzare sistemi idrici sostenibili per un'economia sostenibile dentro e fuori l'Europa". Nessun paese può affrontare questa sfida da solo, sia per l'ampiezza delle azioni richieste, sia per le diversità geografiche che caratterizzano le questioni relative all'acqua. Inoltre, per rispondere adeguatamente a tale sfida è richiesto un approccio multidisciplinare, dal momento che debbono essere affrontati compiti rilevanti dal punto di vista non soltanto economico, ma anche ecologico, tecnologico e sociale.

La Water JPI ha lo scopo di coordinare meglio i programmi di ricerca europei, avviando attività specifiche come progetti, infrastrutture di ricerca e mobilità tra i ricercatori. Tali sforzi di integrazione consentono di raggiungere i seguenti obiettivi strategici:

  • far progressi nella sostenibilità dei servizi eco sistemici,
  • sviluppare servizi idrici più efficienti,
  • promuovere la competitività nell'industria del settore idrico,
  • realizzare un sistema economico meglio orientato alla tutela della risorsa idrica
  • dare migliore e più completa attuazione a tutte le componenti del complesso ciclo dell'acqua.

WATERWORKS 2015
Il progetto Water Works2015 (WW2015) è un Eranet cofund del programma Horizon 2020, che mira ad implementare gli obiettivi della JPI Water. L'obiettivo principale del progetto WW2015 è affrontare le sfide relative all'acqua a livello Europeo e internazionale, attraverso lo sviluppo di azioni di ricerca e innovazione transnazionali e transdisciplinari.
In particolare WaterWorks 2015 mira ad affrontare le seguenti sfide:

  • Assicurare l'approvvigionamento delle risorse idriche per i settori agricoli, forestale e della pesca in  acqua dolce in un contesto caratterizzato da cambiamenti cimatici globali e dalla domanda da parte dei consumatori di prodotti più ecosostenibili. Il riutilizzo delle acque trattata da diverse fonti ( ad esempio industrie e città) sarà approfondito.
  • Proteggere gli esseri umani dai rischi alla salute, laddove fonti idriche aggiuntive, ad esempio quelle del riuso, vengano messe a disposizione.
  • Una crescita più sostenibile dell'agricoltura, silvicoltura e della pesca in acqua dolce e al contempo favorire la creazione di posti lavoro in questi settori economici.

Bando 2016 (finanziato nell'ambito di WW2015)
È aperto il nuovo bando "WATER JPI 2016 JOINT CALL" per il finanziamento di progetti transnazionali nel settore "Water". La scadenza per la presentazione delle pre-proposal è il 19 aprile 2016.
Il bando 2016, nasce da una collaborazione tra JPI Water e la JPI FACCE ed è focalizzato sulla gestione sostenibile delle risorse idriche nei settori dell'agricoltura, silvicoltura e della pesca in acqua dolce (Sustainable management of Water resources in agriculture, forestry and freshwater aquaculture sectors). In questo topic rientrano le tematiche prioritarie individuate e descritte nelle  Strategic Research & Innovation Agenda (SRIA) della JPI Water e della JPI FACCE.
Gli obiettivi della "Water JPI 2016 Joint Call" sono:

  • Accrescere l'efficienza e la resilienza negli usi dell'acqua.
  • Monitorare e ridurre l'inquinamento del terreno e dell'acqua.
  • Integrare le dimensioni socio-economiche alla gestione e alla governance sostenibile delle risorse idriche.

Il finanziamento complessivo previsto per il bando è pari a circa €25,5 milioni, incluso il supporto della Commissione Europea attraverso il programma Horizon 2020. Ad esso contribuiranno le Agenzie nazionali e regionali provenienti da 23 paesi europei ed extraeuropei.
La presente call è destinata a proposte progettuali di ricerca transnazionali. I consorzi proponenti devono essere composti da un minimo di 3 partner, provenienti da 3 stati diversi partecipanti alla JPI Water. 
La call è strutturata in due fasi: una prima fase per la presentazione di proposte preliminari (pre-proposal) che si chiuderà il 19 aprile 2016 entro e non oltre le ore 17:00 (CET); una seconda fase per la presentazione delle proposte complete (full proposal) che si chiuderà il 15 settembre 2016 entro e non oltre le ore 17:00 (CET).

Link utili:

Sito web ufficiale della Water JPI Joint Call 2016: http://www.waterjpi.eu/index.php?option=com_content&view=article&id=440&Itemid=1008

National/regional regulations: http://www.waterjpi.eu/images/JC2016/01_ww2015_national_regulations_final.pdf

Moduli nazionali da compilare per la presentazione della parte italiana  della domanda e spedire al MIUR entro la data di chiusura del bando (19 aprile 2016) come indicato nel documento.

Sito web della JPI Water: http://www.waterjpi.eu/

Sito web della JPI Facce: https://www.faccejpi.com/

Riferimenti MIUR:

Aspetti internazionali:    
Ing. Aldo Covello, Tel: 06 9772 6465, Email:aldo.covello@miur.it
Dott.ssa Grazia Pavoncello, Tel:06 9772 7368, Email: grazia.pavoncello@miur.it
Dott.ssa Valeria Cardia, Tel. 06 9772 7333, Email: valeria.cardia@miur.it

Aspetti nazionali:
Alberto Martuscelli, Tel. +39 06 9772 7473, E-mail: alberto.martuscelli@miur.it

Waterworks2014
WaterWorks 2014 è il primo progetto ERA-NET Cofund lanciato dalla JPI Water nell'ambito del programma Horizon 2020. Al questo progetto partecipano il MIUR, l'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), il CNR-IRSA e l'ENEA. 

Bando 2015
Il bando 2015, che implementa le attività della JPI Water, è stato lanciato nell'ambito dell'ERANET-COFUND "Waterworks2014" per rafforzare la cooperazione sulla ricerca e sull'innovazione per lo sviluppo di soluzioni tecnologiche e servizi dell'UE nel settore Acqua.
Il bando WaterWorks 2014 è stato finanziato da 17 Enti di 15 diversi  Paesi e dalla Commissione Europea.
L'obiettivo del bando è di produrre nuove conoscenze condivise sulle presenti e future sfide relative alle risorse idriche, quali il trattamento delle acque, riutilizzo, riciclaggio e dissalazione, la gestione delle risorse idriche e la mitigazione degli impatti di eventi estremi (alluvioni, siccità), in conformità con le priorità individuate dalla Strategic Research and Innovation Agenda della Water JPI.

Al termine della valutazione, sono stati ammessi al finanziamento 16 progetti e, fra questi, 12 a partecipazione italiana:

  • DOMINO  (Dikes and Debris Flows Monitoring by Novel Optical Fiber Sensors);
  • Watintech (Smart decentralised water management through a dynamic integration of technologies)
  • MEPROWARE (Novel methodology for the promotion of treated wastewater reuse for mediterranean crops improvement)
  • WE-NEED (WatEr NEEDs, availability, quality and sustainability)
  • Biorg4WasteWaterVal+ (Bioorganic novel approaches for food processing waste water treatment and valorisation: Lupanine case study)
  • Pioneer_STP (The Potential of Innovative Technologies to Improve Sustainability of Sewage Treatment Plants)
  • DESERT (Low-cost water DEsalination and SEnsoR Technology compact Module)
  • ACWAPUR (Accelerated water purification during artificial recharge of aquifers - a tool to restore drinking water resources)
  • SIM (Smart irrigation from soil moisture forecast using satellite and hydro-meteorological modelling)
  • TH.E.R.BIO.R (Thermal energy recovery from a novel sequencing batch biofilter granular reactor)
  • IRIDA (Innovative remote and ground sensors, data and tools into a decision support system for agriculture water management)
  • STEEP STREAMS (Solid Transport Evaluation and Efficiency in Prevention:Sustainable Techniques of Rational Engineering and Advanced MethodS)

Altre informazioni sul bando 2015:

Strategic Research and Innovation Agenda SRIA 1.0
L'Agenda strategica per la ricerca e l'innovazione (Strategic Research and Innovation Agenda -  SRIA) della Water JPI analizza dettagliatamente i temi di ricerca, sviluppo e innovazione tecnologica nel settore idrico raggruppati per priorità, sia in base alla loro rilevanza scientifica, che per le loro importanti implicazioni sociali. Fissa, dunque, le priorità e i criteri per il finanziamento transazionale di attività della Water JPI o dai progetti dei programmi nazionali.
La prima versione della Strategic Research and Innovation Agenda (SRIA) è stata pubblicata il 30 maggio 2013 ed è stata aggiornata nel 2014. La presentazione ufficiale dell'ultima versione della SRIA è avvenuta lo scorso 21 ottobre 2014.

Implementation plan 2014-2016
Il  piano di attuazione 2014-2016 dell'iniziativa di programmazione congiunta (JPI) presenta le attività in corso di realizzazione e che verranno condotte sugli obiettivi specifici dell'iniziativa di programmazione congiunta, compresi i bandi comuni che la  Water JPI lancerà nei prossimi anni per progetti di collaborazione transazionali sui temi e sotto temi identificati nella SRIA.

WatEUr (2013-2015)
Il sostegno finanziario comunitario alla Water JPI si è concretizzato attraverso la Coordination and Support Action  WatEUr (2013-2015), che nel quadro di una partnership internazionale, include la partecipazione italiana attraverso l'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA).


Bando 2013
La JPI Water ha lanciato nel 2013 il primo bando comune della Water JPI per il finanziamento di progetti di ricerca e sviluppo sulla tematica "Emerging water contaminants - anthropogenic pollutants and pathogens". Il bando è stato lanciato il 4 novembre 2013 e si è concluso il 19 dicembre 2013.
L'Italia ha partecipato al finanziamento di questa Pilot Call con l'importo di € 700.000 (300.000 € nella forma di contributo alla spesa e 400.000 € come credito agevolato), messo a disposizione dal MIUR.
Dopo un'attenta valutazione tecnico-scientifica delle proposte presentate, effettuata da un panel di esperti indipendenti internazionale, la JPI Water giudicato ammissibili al finanziamento i primi sette progetti della graduatoria di merito. Fra questi, sono presenti 3 progetti a partecipazione italiana:

  • 1. FRAME (A novel Framework to Assess and manage contaminants of Emerging concern in indirect potable reuse);
  • 2. MOTREM (Integrated processes for MOnitoring and Treatment of Emerging contaminants for water reuse);
  • 3. TRACE (Tracking and assessing the Risk from Antibiotic Resistant genes using Chip technology in surface water ecosystems).

Link utili:
Website della Water JPI: http://www.waterjpi.eu

Riferimenti MIUR:
Per gli aspetti nazionali:       
Sig. Alberto Martuscelli tel. 06 9772 7473, , Email: alberto.martuscelli@miur.it
Per gli aspetti internazionali:
Ing. Aldo Covello tel. 06 9772 6465, , Email: aldo.covello@miur.it
Dott.ssa Grazia Pavoncello, Tel:06 9772 7368, Email: grazia.pavoncello@miur.it
Dott.ssa Valeria Cardia, Tel. 06 9772 7333, Email: valeria.cardia@miur.it

 

Salta il menu dei Contenuti del sito

Direzione Generale per l’Internazionalizzazione della Ricerca
Via M. Carcani, n. 61 – 00153 Roma
Indirizzo di PEC: dgric@postacert.istruzione.it – E-mail: dgir@miur.it
Tel. 06 9772 6132–7887–7744  C.F.: 80185250588
Privacy