Ricerca Internazionale

Salta menu Navigazione principale Salta il Motore di Ricerca Interno

ASI

L'Agenzia Spaziale Italiana (A.S.I.), di seguito denominata Agenzia, è l'ente pubblico nazionale, assimilato agli enti di ricerca, avente il compito di promuovere, sviluppare e diffondere, con il ruolo di agenzia, la ricerca scientifica e tecnologica applicata al campo spaziale e aerospaziale e lo sviluppo di servizi innovativi, perseguendo obiettivi di eccellenza, coordinando e gestendo i progetti nazionali e la partecipazione italiana a progetti europei ed internazionali, nel quadro del coordinamento delle relazioni internazionali assicurato dal Ministero degli Affari Esteri, avendo attenzione al mantenimento della competitività del comparto industriale italiano.
L'Agenzia, nel rispetto dell'art. 33, sesto comma, della Costituzione, è dotata di autonomia statutaria, scientifica, organizzativa, amministrativa, finanziaria, patrimoniale e contabile, ed è sottoposta alla vigilanza del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

 

PRINCIPALI MISSIONI ED OBIETTIVI


L'Agenzia, in conformità degli indirizzi strategici fissati dal Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, in coerenza con il PNR e gli obiettivi strategici fissati dall'Unione Europea:

  1. attua i programmi e le attività definite nei piani triennali di attività e nei loro aggiornamenti annuali, adottati sulla base di un documento di visione strategica decennale e nel contesto dei progetti nazionali e dei  programmi spaziali internazionali;
  1. promuove e realizza, con il coinvolgimento della comunità scientifica, la ricerca scientifica nazionale nel settore spaziale e aerospaziale anche predisponendo, coordinando e sviluppando appositi programmi. A tale scopo sostiene e finanzia, con procedure trasparenti di valutazione comparativa, progetti di ricerca scientifica delle università e degli enti pubblici, con particolare attenzione all'integrazione tra ricerca pubblica e privata, nazionale e internazionale, nonché assicura le necessarie risorse finanziarie per la partecipazione della comunità scientifica nazionale ai programmi scientifici dell'Agenzia Spaziale Europea (E.S.A.);
  2. partecipa, sulla base degli indirizzi del Governo, nel quadro del coordinamento delle relazioni internazionali assicurato dal Ministero degli Affari Esteri, ai lavori del consiglio dell'E.S.A. ed alle attività di carattere tecnico dell'Unione Europea, promuove e coordina la partecipazione italiana ai programmi da essa approvati, intrattiene relazioni e stipula accordi bilaterali o multilaterali con organismi di altri Paesi per la partecipazione dell'Italia a programmi od imprese aerospaziali;
  3. promuove l'eccellenza nazionale nel settore della ricerca ed un alto livello di competitività del comparto industriale italiano, realizzando sulla base di accordi con ministeri, organismi pubblici e privati, programmi applicativi di prevalente interesse istituzionale;
  4. promuove e cura la diffusione, l'utilizzazione e la valorizzazione delle conoscenze derivanti dalla ricerca spaziale e aerospaziale a fini produttivi e sociali, nonchè il trasferimento tecnologico dei risultati della ricerca;
  5. promuove e svolge attività di formazione continua e ricorrente di tipo specialistico nel campo delle scienze e tecnologie spaziali e aerospaziali e delle loro applicazioni;
  6. può fornire a soggetti pubblici e privati tecnologie, servizi di consulenza, di ricerca e di formazione, nonché supporto ed assistenza tecnica in campo spaziale e aerospaziale, potendo anche curare la valorizzazione economica di prototipi, prodotti industriali e beni immateriali, nonché cedere licenze d'uso su brevetti acquisiti.


DOCUMENTO DI VISIONE STRATEGICA E PIANO TRIENNALE DI ATTIVITÀ

 
L'Agenzia, in coerenza con il programma nazionale della ricerca (PNR) e del contesto dei programmi spaziali internazionali, predispone un Documento di visione strategica decennale (DVS) ed opera sulla base di un Piano triennale di attività (PTA), aggiornato annualmente e predisposto in coerenza con il DVS.

Il PTA definisce i programmi e le attività, i loro obiettivi, la loro pianificazione temporale e costituisce la base per la predisposizione del bilancio preventivo e del piano del personale, nonché per la verifica del grado di raggiungimento degli obiettivi.

Il PTA, i relativi aggiornamenti annuali e il DVS decennale sono adottati dal Consiglio di amministrazione, previo parere del Consiglio tecnico - scientifico, su proposta del Presidente dell'Agenzia, sentito il Direttore generale e trasmessi al Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, al Ministero dell'Economia e delle Finanze e al Dipartimento della Funzione pubblica.

Il PTA ed i relativi aggiornamenti annuali sono valutati e approvati dal Ministero vigilante, secondo quanto previsto dall'art.5 del D.lgs. n. 213/2009.

L'approvazione del fabbisogno del personale, la consistenza e le variazioni dell'organico da parte del Ministero vigilante avviene previo parere favorevole del Ministero dell'Economia e delle Finanze e del Dipartimento della funzione pubblica, che devono esprimersi ai sensi del D.lgs. n. 213/2009.

Per maggiori informazioni visitare il sito: www.asi.it

Salta il menu dei Contenuti del sito

Pagina a cura di:
Direzione Generale per il Coordinamento, la Promozione e la Valorizzazione della Ricerca - Ufficio VIII
Via M. Carcani, n. 61 – 00153 Roma
Indirizzo di PEC: dgric@postacert.istruzione.it – E-mail: dgric.ufficio8@miur.it
Tel. 06 5849 7050 - C.F.: 80185250588
Privacy