Ricerca Internazionale

Salta menu Navigazione principale Salta il Motore di Ricerca Interno

Bandi 7° PQ

immagine di prova
Spazio Europeo della Ricerca

La Commissione europea ha annunciato l'ultimo e il più grande gruppo di inviti a presentare proposte di ricerca nell'ambito del suo Settimo programma quadro (FP7). Complessivamente, 8,1 miliardi di euro serviranno a sostenere progetti e idee che daranno impulso alla competitività dell'Europa e affronteranno questioni quali la salute umana, la protezione dell'ambiente e il reperimento di nuove soluzioni alle crescenti sfide legate all'urbanizzazione e alla gestione dei rifiuti. I finanziamenti - che sono aperti a organizzazioni e imprese in tutti gli Stati membri e nei paesi partner - costituiscono la parte del leone rispetto al bilancio della ricerca UE proposto per il 2013 pari a 10,8 miliardi di euro..

Gli inviti interessano sia l'innovazione che una serie di sfide sociali e costituiscono una passerella verso Horizon 2020, il nuovo programma di finanziamenti per la ricerca UE nel periodo 2014-2020.
 
In totale 4,8 miliardi di euro sono destinati a priorità tematiche nel campo della ricerca. L'innovazione industriale riceverà un sostegno tramite attività vicine al mercato quali progetti di dimostrazione, standardizzazione e trasferimento tecnologico. Un'attenzione particolare sarà dedicata alle piccole e medie imprese (PMI) con un pacchetto del valore di 1,2 miliardi di euro. Circa 2,7 miliardi di euro serviranno a consolidare il ruolo dell'Europa quale destinazione mondiale dei ricercatori, essenzialmente per il tramite di borse individuali a valere sul Consiglio europeo della ricerca (1,75 miliardi di euro) e sulle azioni Marie Sklodowska-Curie (963 milioni di euro) per la formazione alla ricerca e la mobilità dei ricercatori.

Le priorità di ricerca tematica nell'invito FP7 comprendono: circa 155 milioni di euro per "Oceani del futuro", a sostegno della crescita sostenibile nei settori marino e marittimo; circa 365 milioni di euro per tecnologie che trasformino le aree urbane in "Città intelligenti e comunità intelligenti"; e circa 147 milioni di euro per arginare la diffusione dei batteri farmaco-resistenti e quasi 100 milioni di euro destinati al reperimento di soluzioni innovative per la gestione delle acque dolci.

Gli inviti supportano anche gli obiettivi di finanziamento della ricerca nel campo delle TIC di cui all'Agenda digitale con quasi 1,5 miliardi di euro destinati all'area tematica delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione

Per contribuire a dare maggiore diffusione alla ricerca d'eccellenza è in via di preparazione una nuova iniziativa "Cattedre dello Spazio europeo della ricerca". Un primo invito per un valore di 12 milioni di euro selezionerà un totale di cinque Cattedre dello Spazio europeo della ricerca che saranno ospitate da università o altre istituzioni di ricerca ammissibili nelle regioni meno sviluppate in cinque diversi paesi dell'UE.

La documentazione dettagliata dei  bandi è disponibile al sito della Commissione Europea:
http://ec.europa.eu/research/participants/portal/page/fp7_calls

Per informazioni e assistenza è possibile rivolgersi ai National Contact  Points
http://www.apre.it/ricerca-europea/vii-programma-quadro/ncp-(punti-di-contatto-nazionale)

Salta il menu dei Contenuti del sito

Pagina a cura di:
Direzione Generale per il Coordinamento, la Promozione e la Valorizzazione della Ricerca - Ufficio VIII
Via M. Carcani, n. 61 – 00153 Roma
Indirizzo di PEC: dgric@postacert.istruzione.it – E-mail: dgric.ufficio8@miur.it
Tel. 06 5849 7050 - C.F.: 80185250588
Privacy